Nell'alto bacino del fiume Belice, tra alture rocciose l'odierna cittadina, fu fortezza araba e seguì le vicende storiche degli altri centri di questa parte della Sicilia.

Scenograficamente dominato dalle rocche gemelle del Castello Soprano e del Castello Sottano, ove si ergono rispettivamente una torre Medievale e l'attuale Convento dei frati minori, originariamente presidio militare angioino.

Il prezioso tessuto urbano ospita numerosissime chiese e palazzi nobiliari, come la Chiesa Madre, la chiesa del Carmine, la barocca Chiesa di San Domenico con un magnifico organo e la Chiesa di San Pietro risalente al 1300. Interessante anche il Museo Civico ospitato in uno dei più preziosi edifici ottocenteschi di Corleone: Palazzo Provenzano.
Ma Corleone è interessante non solo per il suo patrimonio artistico, ma soprattutto per la bellezza naturalistica e paesaggistica dei dintorni, tra i quali la corona di rocce calcaree entro la quale si trova il maestoso altopiano di Montagna Vecchia, le Gole del Drago, la Cascata delle due Rocche. Nei dintorni il Bosco di Ficuzza.