Tra le alte valli del Belice e quelle del Sosio, la cittadina di origine medievale è ricca di un consistente patrimonio culturale.

Da visitare: il monumentale complesso barocco della Badia, la chiesa di Santa Caterina, che conserva un trittico di Pietro Ruzzolone, la chiesa Madre e la chiesa di San Sebastiano con affreschi e stucchi di scuola Serpottiana e un caratteristico campanile a cuspide.

Seguendo il corso del fiume Sosio sulla vallata del Burgio troviamo i suggestivi ruderi della fortificazione di Gristia. A marzo si svolge una importante fiera del bestiame, mentre il 19 per San Giuseppe si addobbano gli altari delle chiese.